I protagonisti: Maurizio Canè e Claudio Piazzi

Come prima esperienza dobbiamo dire che è stata molto divertente.

Vedere tantissime persone che hanno come unico obiettivo il divertimento accomunato alla musica anni ’70 è stato veramente bello….Un paese che per una notte diventa l’ombelico del funk e della disco-music ’70.

Il continuo andirivieni di donne e uomini, di ragazze e ragazzi che si spostano da una postazione all’altra, il tutto scandito dal ritmo della musica, crea anche un continuo ricambio di stati d’animo e di emozioni, permettendoti di modificare spesso il genere musicale proposto, rendendo il tutto mai noioso.

Non ringrazieremo mai abbastanza l’organizzazione del Funkyland per averci permesso di partecipare a questo unico e bellissimo evento.